Effe

Effe. [Rivista]

Abstract

Effe nasce nel 1973, con la pubblicazione del numero 0 seguita a distanza di alcuni mesi dal numero 1 (novembre 1973). Rivista mensile continua ad uscire per i 10 anni successivi fino all’ultimo numero del dicembre 1982. Direttrice responsabile ne è in una prima fase Adele Cambria: successivamente la responsabilità viene assunta, in forma cooperativa, dall’intera redazione. Edita da Dedalo fino al 1974, nell’anno successivo la cooperativa ne assume anche la parte gestionale e dal 1975 appare sulla copertina il sottotitolo: “mensile femminista autogestito”: sottoscrizioni e abbonamenti delle lettrici costituiscono la fonte fondamentale di finanziamento e garantiscono l’autonomia della pubblicazione. Fin dal titolo Effe, come l’iniziale di femminismo, la rivista vuole essere “la prima rivista femminista italiana, nata come rivista di attualità e cultura legata al movimento.”. Scritta da donne con occhi di donne, ricca di fotografie e di immagini, Effe, con le sue inchieste su tutti gli aspetti dell’esistenza femminile, i suoi interventi sulle grandi questioni dell’aborto e della violenza sessuale, con la visibilità data alla produzione culturale delle donne, costituirà per anni un punto di riferimento importante per tutte le donne interessate al movimento. Le trasformazioni di quest’ultimo nel passaggio tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta e le persistenti difficoltà economiche nel far vivere un periodico autogestito, condurranno prima ad una trasformazione della veste tipografica, poi dopo un nuovo tentativo di rilancio, a chiudere la rivista.

Tipologia del documento:Rivista
Titolo:Effe
Codice identificativo (ID):269
URL collegate:
URLTipo di URL
http://www.bibliotecadigitaledelledonne.it/view/riviste/EFFE.htmlAccesso ai fascicoli
http://acnp.cib.unibo.it/cgi-ser/start/it/cnr/df-p.tcl?catno=49311Scheda descrittiva sul catalogo
Ultima modifica:17 Dic 2008 13:42

Riservato allo Staff dell'Archivio: Accedi al record del documento