La donna fascista

La donna fascista. [Rivista]

Abstract

La Donna Fascista, con il sottotitolo, Giornale delle organizzazioni femminili del P[artito] N[azionale] F[ascista] inizia le sue pubblicazioni nel 1935,in continuità con il Giornale della Donna. Settimanale di educazione sociale femminile, per cessarle nel 1943. Il cambiamento del nome della testata è indicativo di un messaggio, rivolto alle donne, di crescente identificazione con il regime. Periodico quindicinale, per tutta una fase, esce in folio, in una veste editoriale essenziale, con la pagina di apertura dedicata ai momenti essenziali della politica fascista. Nelle pagine interne le notizie delle attività dei fasci femminili, si accompagnano a rubriche di suggerimenti e consigli relativi a diversi aspetti della vita femminile, nonché ad inseri pubblicitari..A partire dal 1940 diventa una rivista illustrata ed aumenta il numero delle pagine, delle fotografie e delle rubriche. Accanto agli articoli sulla politica fascista e sui temi della mobilitazione civile nel paese in guerra, compaiono pagine letterarie, articoli dedicati alle figure femminili della storia, ai lavori e alle professioni, alla presenza delle donne nelle manifestazioni culturali e, soprattutto, sportive.Questa apertura si restringe progressivamente negli ultimi numeri, assieme alla diminuzione del numero delle pagine.

Tipologia del documento:Rivista
Titolo:La donna fascista
Codice identificativo (ID):402
URL collegate:
URLTipo di URL
http://www.bibliotecadigitaledelledonne.it/view/riviste/La_donna_fascista.htmlAccesso ai fascicoli
http://acnp.unibo.it/cgi-ser/start/it/cnr/df-p.tcl?catno=2114386&libr=&person=false&B=2&proposto=NO&year_poss_from=&year_poss_to=Scheda descrittiva sul catalogo
Ultima modifica:18 Giu 2015 10:36

Riservato allo Staff dell'Archivio: Accedi al record del documento